Viaggio di carta… Shakespeare & Company.

Eccoci giunti a Parigi, città meravigliosa dal fascino intramontabile, che ha ospitato ed ispirato scrittori, scultori ed anche pittori che hanno lasciato il loro personalissimo segno nella storia. Famosa per la “tour Eiffel”, il Mulen Rouge, l’Arco di Trionfo voluto da Napoleone Bonaparte, la Cattedrale Notre Dome de Paris e tantissimi altri monumenti e luoghi tra cui trova spazio una storica libreria parigina. La Shakespeare & Company.

La storia di questa libreria è un po’ particolare.  Infatti l’originale Shakespeare & Company venne chiusa nel 1941 per via dell’invasione tedesca in Francia. Fino ad allora questa libreria, creata da Sylvia Beach, divenne il centro della cultura anglo-americana a Parigi. Era frequentata abitualmente dai grandi scrittori della generazione perduta, come Ernest Hemingway, Ezra Pound, Jame Joyce, Fitzgerald ed altri.

Sylvia Beach faceva circolare opere bandite negli Stati Uniti e nel Regno Unito, come ad esempio l’Ulisse di James Joyce che venne stampato nel 1922 per la prima volta proprio dalla Beach. Dopo la chiusura causa guerra la Shakespeare & Company non venne più riaperta. Il suo posto lo prese un’altra libreria, Le Mistral, creata nel 1951 da George Whitman. Posta al 37 di rue de la Bûcherie, vicino Place St.Michel, Le Mistral divenne ciò che fu la Shakespeare & Company prima del secondo conflitto mondiale. Per questo, dopo la morte di Sylvia Beach, la libreria Le Mistral prese il nome di Shakespeare & Company, in onore della sua creatrice.

Negli anni ’50 divenne il luogo di riferimento per scrittori della Beat Generation. Adesso, invece, è un punto di riferimento per scrittori e lettori di tutto il mondo. E’ tappa d’obbligo per gli amanti dei libri e della lettura. L’attuale Shakespeare & Company è anche un luogo che accoglie scrittori squattrinati, facendoli dormire sui divani presenti all’interno, in cambio di qualche ora di lavoro.

Varcare la soglia di questo luogo “magico”, intriso di storia letteraria dev’essere un’esperienza unica.

Qui alcune immagini prese dal web:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Lucy Maud Montgomery (30 novembre 1874 – 24 aprile 1942)

Il 30 Novembre 1874, nasceva a Clifton, Lucy Maud Montgomery. Scrittrice canadese e autrice di numerosi libri per l’infanzia.

Biografia : (fonte Wikipedia)

Cominciò giovanissima la sua carriera da autrice, anche se raggiunse la fama solo nel 1908 con il libro Anna dai capelli rossi; la fama la portò a proseguire fino a scrivere un’intera serie che comprende ulteriori sette libri più altri due con la stessa ambientazione e alcuni personaggi della serie principale. Scrisse anche altri libri per l’infanzia, tra cui Emily della luna nuova e Emily cresce, oltre a La via dorata.

Saga di Anna dai capelli rossi :

  • Anna dai capelli rossi (1908)                            Lucy_Maud_Montgomery
  • L’età meravigliosa (1909)
  • Il baule dei sogni (1915)
  • La casa dei salici al vento (1936)
  • La baia della felicità (1917)
  • La grande casa (1939)
  • La valle dell’arcobaleno (1919)
  • Rilla di Ingleside (1921)

Saga di Emily della Luna Nuova :

  • Emily della Luna Nuova
  • Emily cresce
  • Emily’s Quest

 

Nazim Hikmet – In questa notte d’autunno

In questa notte d’autunno
sono pieno delle tue parole
parole eterne come il tempo
come la materia
parole pesanti come la mano
scintillanti come le stelle.

Dalla tua testa dalla tua carne
dal tuo cuore
mi sono giunte le tue parole
le tue parole cariche di te
le tue parole, madre
le tue parole, amore
le tue parole, amica.

Erano tristi, amare
erano allegre, piene di speranza
erano coraggiose, eroiche
le tue parole
erano uomini.

 

530640_10151134321874472_341486274_n

Salvatore Quasimodo – Natale

Guardo il presepe scolpito,
dove sono i pastori appena giunti
alla povera stalla di Betlemme.

Anche i Re Magi nelle lunghe vesti
salutano il potente Re del mondo.

Pace nella finzione e nel silenzio
delle figure di legno: ecco i vecchi
del villaggio e la stella che risplende,
e l’asinello di colore azzurro.

Pace nel cuore di Cristo in eterno;
ma non v’è pace nel cuore dell’uomo.
Anche con Cristo e sono venti secoli
il fratello si scaglia sul fratello.

Ma c’è chi ascolta il pianto del bambino
che morirà poi in croce fra due ladri?

presepe.jpg

BOOKtique Via della Spiga 21 – Margherita De Napoli presenta il suo libro “Mi chiamarono Brufolo Bill”

Ieri, 28 Novembre 2015 alle ore 18:45, si è svolta, presso la Booktique Via della Spiga 21 di Cerignola (FG) in Corso Aldo Moro 1, la presentazione del libro di Margherita De Napoli : “Mi chiamarono Brufolo Bill“. Un’autobiografia semiseria che ha l’intento di far ridere e di aiutare gli adolescenti che si trovano intrappolati nel vincolo di piacere agli altri. In realtà, è un diario intimo di Margherita,la protagonista, che vive momenti imbarazzanti,crisi di gelosia e strane situazioni sentimentali a causa dei suoi brufoli. Tutto questo, accentuato dalla scena bizzarra tra lei e il suo primo dentista, che arriva a chiamarla un giorno ‘Brufolo Bill’. Gli scopi che ha questo libro sono molteplici. Si passa dal disprezzo totale al sapersi prendere in giro, dalla solitudine all’abbraccio delle vere amiche. A salvarla,però, da questo ‘male di vivere’ è proprio un libro, ‘Che cos’è la psicologia’ di Pierre Daco. Infatti, cita una frase che l’accompagna tutt’oggi : “Se non credi nell’impossibile,neanche il possibile accade”. Ed è proprio così, Margherita ha ritrovato se stessa e si è piaciuta, grazie anche all’aiuto del suo dentista, della sua collega e della sua famiglia. Margherita porta questo libro nelle scuole per trasmettere dei concetti fondamentali agli adolescenti, come il rispetto, l’amicizia, la sensibilità, l’emotività, la forza di saper affrontare qualsiasi situazione, perchè NESSUNO mai deve farci sentire una nullità, perchè ogni individuo ha delle capacità e delle caratteristiche ben precise, e come tale, va rispettato.

Questa qui è una GALLERY della serata :

Questo slideshow richiede JavaScript.